giovedì 28 ottobre 2010

mercoledì 27 ottobre 2010

Crozza è un genio!

E' stato finalmente identificato il tifoso serbo che con il passamontagna addosso sparava sull'Italia.
Era Marchionne!

Da Ballarò del 26/10/2010

Efrem

Incursione nazional-popolare

Stamattina alla radio ho sentito l'intervento del Presidente della Juve Andrea Agnelli sulla palese simulazione di Krasic che ha portato ad assegnare un rigore a favore della sua squadra: 'Siamo convinti che il comportamento di Krasic sia stato quello di una persona corretta, di un grandissimo campione che ha preferito la serie A alla Premier League, quindi un giocatore che andrebbe tutelato sia in campo sia fuori.'
Dopo un attimo di sgomento mi sono chiesto:
Chi vuole spiegare all'ovino che si trattava di una PARTITA DI CALCIO e non di una GARA DI TUFFI?

Efrem

martedì 26 ottobre 2010

Un bel ricordo...




Con questo post vorrei dedicare un pensiero al polpo Paul che tanto si è dato da fare per pronosticare (ed azzeccare!) i risultati di molte partite di calcio.
Sfortunatamente non ha avuto il tempo per esprimersi su un'eventuale vittoria del circo "TORO"... Anche lui sapeva che la vita non è infinita o per lo meno non così lunga!!!

A proposito di attori...

COme scritto nel post precedente, Servillo è un attore sublime.
ma l'Oscar come migliore attore propongo che vada a KRASIC, giocatore della Giuventuz, per l'impareggiabile tuffo nella partita di domenica scorsa contro il Bologna.
Roba da fare invidia a Paul Newman!
Jean

Un film di intensità estrema, basato solo sulle atmosfere, sugli sguardi e soprattutto sulla sublime interpretazione di Toni Servillo.
Gorbaciof è un contabile del carcere di Poggioreale, così chiamato per una macchia in fronte simile a qualla del politico russo, schiavo delle proprie passioni: il gioco d'azzardo e l'amore per una giovane cinese.
L'impossibilità di parlare con lei, che non conosce l'italiano, rende indispensabile utilizzare forme di comunicazione alternative, ed è qui che entra in gioco tutta l'abilità dell'attore.
Un file da vedere, nel quale i silenzi hanno la meglio ,ma non fanno mancare tensione, suspance, divertimento.

FRASE DA RICORDARE " In mancanza di tigri, le scimmie si elevano a tali, ma rimangono scimmie".
Jean

venerdì 22 ottobre 2010

La Fiat rivede al rialzo il target 2010

Previsti ricavi superiori ai 55 miliardi





Fiat batte le attese degli analisti nel terzo trimestre, rialza gli obiettivi 2010 e vola in Borsa. Il consiglio d'amministrazione del gruppo, presieduto da John Elkann, ha approvato ieri i conti che vedono ricavi consolidati in aumento del 12% a 13,48 miliardi, utile di gestione quasi raddoppiato da 308 a 586 milioni, utile netto di 190 contro i 25 dello stesso periodo del 2009; come aveva già preannunciato, Sergio Marchionne ha rivisto al rialzo tutti gli obiettivi per fine anno: quelli nuovi (per il gruppo com'è oggi, prima dello scorporo) sono di un fatturato di 55 miliardi, un utile operativo di almeno 2, un netto di circa 400 milioni e un indebitamento netto industriale leggermente sotto i 4 miliardi. Pur restando ancora sotto ai valori 2007 e 2008 (quando per esempio l'utile netto era stato di 2 e 1,7 miliardi) i nuovi target hanno spinto il titolo in Borsa: le azioni ordinarie sono salite del 4,44% a 12,24 euro, il massimo da quasi due anni.

Da Il Sole 24 Ore del 22/10/2010


Quindi (aggiungo) invece di dividere gli utili come ha fatto l’anno passato restituirà i soldi che l’Inps ha tirato fuori per la cassa integrazione.

Efrem

NON CI POSSO CREDERE!

Svaligiano casa Facebook, denuncia
Palermo, la Procura apre un'indagine

Si era costruita la sua casetta su Facebook arredandola con l'idromassaggio e le conchiglie, il divano di marca e il tavolo da biliardo. E se l'è ritrovata vuota. Così Paola Letizia, 44 anni, di Palermo, ha sporto denuncia dopo che un ladro virtuale le ha letteralmente svaligiato la casa e la Procura di Palermo ha aperto un'indagine reale contro l'hacker che si è introdotto nell'abitazione per portarsi via tutti gli arredi.



La donna, che lavora al Pubblico registro automobilistico del capoluogo siciliano, si era sistemata la sua casa con uno dei giochi Facebook più praticati, "Pet society". Il suo appartamento Paola se l'era attrezzato con un'attenta ricerca nei negozi online, scegliendo accuratamente in lunghi ed elaborati shopping-tour nell'universo virtuale della Rete. E, dopo aver costruito il suo "capolavoro", se l'è ritrovato completamente distrutto in un batter d'occhio. Naturale che si sia sentita defraudata, senza il suo acquario, la parete attrezzata, gli specchi, i quadri sui muri, i tappeti e le tende.

Ecco dunque la denuncia, seguita dall'avvio dell'indagine. Adesso la polizia postale, come raccontano alcuni quotidiani, è la caccia del pirata che si è introdotto nell'account di posta elettronica della donna e le ha svaligiato'la casa virtuale. Se anche l'abitazione esiste solo sul social network, la protagonista la considera un'autentica proprietà. Erano sette stanze arredate in stile moderno con un gatto, anch'esso virtuale, che lei aveva chiamato Blue Cat, e che è rimasto solo nella grande casa vuota. Il ladro virtuale infatti ha lasciato alla padrona soltanto il micio.

Il pm Marco Verzera aveva chiesto l'archiviazione del caso, ma i legali si sono opposti e il gip Fernando Sestito ha imposto la continuazione delle indagini per "introduzione abusiva e aggravata" nella corrispondenza elettronica e nelle attività ad essa collegate: un reato punito con l'articolo 615 e che prevede una pena da uno a cinque anni. All'impiegata hanno rubato la password e violato l'account di posta elettronica, passaggio obbligato per andare alla casetta di Pet Society. Insomma, si tratta di un vero e proprio furto, perché l'hacker ha lavorato per ore per raggiungere il suo scopo, proprio come fanno i topi d'appartamento. "Per arredare la casa bisogna frequentare negozi virtuali - spiega Paola Letizia - di arredamento, abbigliamento, per articoli da regalo". Insomma, un lungo lavoro di ricerca andato perso. Che adesso Paola Letizia vuole vedere, in qualche modo, risarcito.

Dal TG Com del 22/10/2010

Efrem

Concerto DOMENICA 24

A Savigliano, alle 21,15 alla Crusà Neira, per “Linguaggi Jazz in Piemonte 2010” si tiene il concerto “Omaggio a Louis Armstrong” con Alberto Mandarini, tromba e flicorno e Daniele Tione, pianoforte. Ingresso gratuito. Info: 011.88.44.77 www.centrojazztorino.it

giovedì 21 ottobre 2010

Il Buongiorno si vede dal mattino

Che bello iniziare la giornata con un viaggio in treno nel quale si incendia il locomotore...
perchè chi ben comincia, metà dell'opera!
J.

ROCK'N ROLLY


Mi accodo agli auguri

Efrem

mercoledì 20 ottobre 2010

The original one...

Di ROLLS in giro ce ne sono tanti...


Rolls RoYCE

ROLex


ROLAND Garros


Rolando Bianchi

ROLLing Stones

ROLLer

MA IL RULESH ORIGINAL ONE E' UNO SOLO!!
BUON COMPLEANNO !!!!
J.

martedì 19 ottobre 2010

Ikea dance!



Adesso la impariamo tutta e poi ci troviamo il sabato sera e facciamo il balletto..;-)

Madrina

Si son sciolti i gianduiotti...


Peccato, a me non dispiacevano...

Nella foto, tratta da spaziotorino.it , i lavori per lo smantellamento di atrium, posto tra via Alfieri e via Arcivescovado a Torino, in piazza Solferino.
J.

lunedì 18 ottobre 2010

OGGI HO ANCORA VOGLIA DI SPERARE


Quando ho letto il post ho pensato: e bravo Efrem!! mi ha fatto scoprire questa storia, la storia di Aisha...posto nuovamente le sue foto sperando che siano sparite per errore. Voglio pensare che (almeno) noi che leggiamo questo blog non ci sentiamo minacciati da una foto di una ragazza di 19 anni a cui il marito ho tagliato il naso;
se lei ha avuto la forza di farsi vedere e di combattere, vogliamo smettere noi?????????
tota

ps: efrem mi piace sempre leggere i tuoi post e vorrei continuare a farlo

giovedì 14 ottobre 2010

OGGI HO VOGLIA DI SPERARE

Il rispetto del prossimo viene prima di tutto.
Credo di avere urtato la sensibilità di qualcuno.
A mio giudizio le immagini postate (pubblicate anche da una rivista come Time) non erano particolarmente sconvolgenti; o comunque non più sconvolgenti di quelle a cui siamo quotidianamente abituati dai media.
Se ho offeso qualcuno mi dispiace veramente.
In tutti i casi preferisco autocensurarmi.
Alla prossima.

Efrem

... E DI RIDERE

L'ARMA SEGRETA DEL 'NOSTRO AMICO VLADIMIR'.

L'ultima di Putin. Ai confini i tank che si gonfiano...



...e si sgonfiano




L'Esercito russo ha una nuova arma segreta: è cento volte più economica di quelle normali, più facile da trasportare, non ha bisogno di munizioni ed è un ottimo deterrente per i nemici. Si tratta del carro armato gonfiabile. Le "Inflateble Weapons" sono state filmate dalle telecamere della Bbc.
Mah!?

Efrem

mercoledì 13 ottobre 2010

RADICI


Chi avesse visto ieri le immagini della partita della Nazionale di calcio a Genova, penserebbe forse all'ennesimo vergognoso episodio di violenza ultras.
La realtà è un'altra ed ha radici molto più profonde: nel nazionalismo serbo, nell'odio verso gli Albanesi, nelle tensioni di una terra nella quale l'odio ed il rancore sfociati nella guerra non si sono ancora sopiti.
L'episodio più vergognoso, a mio parere, è quello della foto.
I calciatori serbi sono andati ad "applaudire" (non placare, ribadisco: applaudire) i loro sostenitori che avevano appena finito di tirare bengala contro gli altri settori, di seminare violenza, di distruggere le strutture dello stadio (solo dopo aver fatto la stessa cosa nel centro di Genova).
Lo avranno fatto forse per paura di ritorsioni nei loro confronti (visto che il pullman della squadra nel pomeriggio era stato assaltato), o forse per reale convincimento nel sostenere "la Grande Serbia", ovvero l'idea di un Paese i cui confini odierni non rendono giustizia al popolo serbo. (da qui l'odio vs gli Albanesi e la pretesa di riappropiarsi del Kossovo).
Poco cambia.
Gli hoolingans devastano, i calciatori applaudono, gli altri onesti spettatori subiscono.
Una vergogna infame.
J.

PROTESTE


Non si può dire che negli stadi manchi la fantasia...
J.

martedì 12 ottobre 2010

QUANDO GLI ALBERI MINACCIANO L'ORDINE PUBBLICO

Hi friends,
vi riporto di seguito una notizia che trovo stupefacente (almeno se si drogassero ci sarebbe una spiegazione).


Come “stroncare” la prostituzione
di Valerio Gualerzi

Lipu, Wwf e Pronatura segnalano l’ennesima storia italiana che ha dell’incredibile. La notizia arriva dall’Abruzzo, dove la giunta regionale, di concerto con altri enti locali, è convinta di aver trovato l’arma letale per stroncare la prostituzione che anima la strada provinciale Bonifica del Tronto. “Stroncare” è la parola esatta perché il sistema escogitato dagli amministratori abruzzesi è quello di tagliare di netto il bosco di circa 28 ettari cresciuto lungo l’argine del fiume. Qualche migliaio di alberi colpevoli di offfrire con le loro fronde riparo e intimità ai forzati del sesso.

“Le istituzioni – scrivono le tre associazioni in un comunicato – non hanno applicato neanche le attenuanti generiche. Tra queste l’aver assorbito migliaia di tonnellate di anidride carbonica e aver reso all’uomo prezioso ossigeno; l’aver creato una fascia di filtro affinché pesticidi, diserbanti e fertilizzanti in agricoltura non arrivassero nelle acque del fiume; l’aver dato ospitalità e rifugio a decine di migliaia di animali in un territorio divenuto sempre più ostile alla vita; l’aver difeso dall’erosione dei suoli un’importante area collinare”.

“Niente da fare. Apprendiamo dalla stampa – prosegue la nota – che un bosco rigoglioso di 30 ettari che crea gravi problemi all’ordine pubblico verrà raso al suolo in tre mesi di lavoro, calcolati con meticoloso impegno dai tecnici del locale consorzio di bonifica. Vani finora gli appelli di alcune voci di protesta che si sono levate da increduli abitanti dei luoghi”.

“Lipu, Wwf e ProNatura – conclude il comunicato – hanno inviato una lettera alle istituzioni coinvolte con un appello per fermare questa azione priva di qualsiasi senso. Si fermino le motoseghe e si affronti questa situazione moltiplicando l’assistenza sociale e le azioni volte ad alleviare il disagio, senza prendersela con gli alberi e reprimendo, invece, con ancora più forza chi sfrutta decine di donne”.


PS. In chiusura propongo un test d'ingresso con limite minimo di QI per per tutte le candidature, anche per i rappresentanti di classe, o, in alternativa, una raccolta di firme per candidare Topo Gigio alle prossime elezioni.

TOPO GIGIO FOR PRESIDENT!

Efrem

domenica 10 ottobre 2010

Francesco De Gregori - "Sempre e per sempre"



Dedicata alle mie amiche

Non proprio una botta d'allegria ma sempre bella...

Madrina

venerdì 8 ottobre 2010

La Brambilla nomina tre giovani ai vertici dell'ANCI

Il ministro mette ai vertici dell'Aci tre manager che si sono fatti da soli. Uno è il suo fidanzato, il secondo è il figlio di La Russa e il terzo è il pargolo del consulente berlusconiano Bruno Ermolli.
Trovare lavoro ai giovani e valorizzare i loro talenti è una missione nobile e importante: basta con questo Paese dominato dagli ultrasettantenni. E nessuno meglio di Maria Vittoria Brambilla - una vita a sgambettare nelle discoteche prima di diventare misteriosamente ministro - è consapevole dell'esigenza di un ricambio generazionale in questo Paese.

Avendo preso molto sul serio questo suo impegno, la signora Brambilla ha appena trovato lavoro a due giovani - non ragazzini, ma insomma under 40 - molto bravi e promettenti. Uno si chiama Massimiliano, ha 38 anni ed è un simpatico ragazzo che...ama le camicie rosa e le cravatte azzurre, già noto negli ambienti accademici internazionali per essere stato fidanzato con Cristina Dal Basso del Grande Fratello, accanto alla quale è apparsa sulle pagine del settimanale "Chi".

Da ieri, l'ottimo Massimiliano è commissario straordinario dell'Aci, l'umile lavoro che gli ha appunto trovato la signora Brambilla, nella sua qualità di ministro del Turismo. Si ignora al momento l'entità della sua retribuzione ma si ha motivo di ritenere che Massimiliano non avrà il problema di arrivare a fine mese.

Del tutto casuale, ovviamente, il fatto che Massimiliano sia figlio dell'imprenditore Bruno Ermolli, uno degli imprenditori italiani più potenti e vicini a Berlusconi, che da anni ricopre cariche di ogni tipo a Mediaset e in Mondadori, oltre ad avere le mani in pasta in tutti i business pubblici-privati italiani (dalla vendita di Alitalia all'Expò di Milano, dalla Scala alla Bocconi).

Siccome tuttavia si sa che ai giovani piace stare insieme, la Brambilla ha pensato che sarebbe stato crudele lasciare il giovane Ermolli da solo all'Aci.

Ecco che allora nella squadra del giovane neocommissario il ministro ha subito inserito anche un altro ragazzo di ottime speranze, tale Geronimo, un trentenne che ha in comune con Ermolli junior la passione per le ragazze uscite dal Grande Fratello (è finito suoi giornali di gossip insieme a Vanessa Ravizza) e più di recente è stato fidanzato con la bionda di ottima famiglia Micol Sabbadini.

Già frequentatore dei locali di corso Como e dintorni (parliamo sempre di Milano, naturalmente) il giovane Geronimo è un grande amante del mare e poco tempo fa ha rilasciato una pensosa intervista spiegando che la sua nuova barca «ha il teak esteso sia nella spiaggetta sia dentro il pagliolato», e lui «ha scelto personalmente il logo sullo scafo». A Geronimo, che è un ragazzo dai valori semplici, piace però soprattutto frequentare gli amici: in particolare Paolo, Barbara, Giovanni e Francesca, che di cognome fanno rispettivamente Ligresti, Berlusconi, Tremonti e Versace. Ah, anche Geronimo in effetti avrebbe un papà piuttosto famoso e potente - al momento fa in ministro della Difesa e si chiama Ignazio La Russa - ma sarebbe ovviamente una calunnia comunista affermare che questo abbia qualcosa a che fare con la sua nomina all'Aci.

Anzi, c'è la certezza assoluta che Brambilla abbia scelto i nuovi boiardi solo con criteri meritocratici, basandosi sulle competenze e non sulla parentele. E questo perché Brambilla è una che prima di nominare qualcuno vuole conoscerlo bene, molto bene. Talvolta benissimo.

Non si spiega altrimenti perché accanto a Massimiliano e Geronimo il terzo nome elevato nella nuova governance dell'Aci sia quello di di Eros Maggioni, 42 anni ottimamente portati, odontotecnico e piccolo imprenditore di Calolziocorte, in provincia di Lecco. Amante dell'equitazione, uomo dal carattere schivo che raramente si fa vedere fuori da Calolzio, è il fidanzato della Brambilla da 19 anni.
J.
Fonte: http://nuovediscussioni.blogspot.com/2010/07/la-brambilla-nomina-tre-giovani-di.html

giovedì 7 ottobre 2010

lunedì 4 ottobre 2010

Attenzione se vi mangiate le unghie....



Madrina

Refresh foto !

Come giustamente notato dal nostro Jean sarebbe ora di ringiovanire un po' il reparto immagini del blog!

Mandatemi una foto (fidanzato/a, cane o gatto, montagna o mare) che vi rappresenti così carichiamo sul blog un pezzo di noi !

Giratemi le foto via mail , così evitiamo paciocchi!

Madrina

Italiani all'estero-Raccontano

Repubblica ha aperto in questi ultimi giorni un interessante spazio in cui tutti gli Italiani che son "scappati" all'estero per realizzarsi nel lavoro o nella fmiglia raccontano le loro esperienze ...





Ve ne copio alcune ma andate a vedere le pagine a :


http://racconta.repubblica.it/italiani-estero/risultatitotali2.php?pag=1




Per capire quanti sono .....



Intervento n 17846
SessoF
Età25/34 anni
Paese di residenzaKuwait
Da quanto tempoDue
Titolo di studioLaurea breve
ImpiegoLavoro
MotivoPer scelta
Iscritto AIRESi
La storia
trasferita a Londra dopo il diploma in lingue nel 96, lavoravo full time e poi di sera studiavo per prendermi la laurea brev.e. sposata con 3 bimbi dal novembre scorso ci siamo trasferiti tutti in Kuwait per iniziare un nuovo capitolo.prima mio marito e ora io lavoriamo,tutto spesato e il gruzzolo accumulato mu paga il mutuo della casa a Londra.. Sogno nel cassetto..comprare terra nel mio nativo Veneto e costruirmi la mia casa ideale... In Italia ci porto i figli d'estate perche' qui siamo sopra i 50 gradi a luglio ed agosto..imparano la mia lingua madre e socializzano coi nonni parenti e amici.. Io e mio marito sognamo di tornare in Italia ma forse solo quando saremo pronti ad andare in pensione!!!! Confermo che lavorare in Inghilterra e' avanti anni luce sull"italia..io in 13 anni di carriera lavorativa a Londra ho sempre avuto contratti a tempo indeterminato..diritti e tutele..per non parlare delle PARI OPPORTUNITA'..consiglio..scappate dall' Italuia prima che vi affondi del tutto...mi spiace per le nuove generazini..lasceremo loro tanta cacca da ripulire..io per ora mi faccio la pensione privata perche' chissa' cosa rimarra' nelle casse del Paese tra 35 anni!!!
Intervento n 17841
SessoM
Età25/34 anni
Paese di residenzaStati Uniti
Da quanto tempoUno
Titolo di studioDiploma 4/5 anni
ImpiegoLavoro
MotivoPer scelta
Iscritto AIRENo
La storia
A volte quando un c'e' dentro non si accorge di quanto una situazione sia orrenda ... Con una laurea e dopo anni di stenti cercando di lavorare (facendo di tutto ovviamente), scopro che bastava andarsene dall'italia per essere apprezzati per quello che si sa fare (e non per i fogli di carta che ti porti appresso, gli amici che hai, o quanto sei bravo a porre la lingua sui culi). Ora son qui, guadagno in un anno quello che in italia avrei guadagnato in una vita, spero di essere tranquillo e in pensione per i 40 (magari in italia? probabilmente no). Ma non e' solo per lavoro e soldi, il problema e' la cultura della prevaricazione, del sotterfugio, della mediocrita', che produce una cattiveria (rabbia?) serpeggiante - e' questo che rende l'italia un paese invivibile. Mi dispiace che la maggior parte delle persono vivano questa realta' triste senza rendersi conto di quanto le cose potrebbero essere diverse. Riguard all'AIRE - perche' mai mi iscriverei? Sono riuscito finalmente a fuggire dall'orribile matassa burocratica che e' l'Italia, non la voglio toccare piu' neanche con un dito, quella poi si prende tutto il braccio! Per votare dite? Ma per favore! E chi?
Intervento n 4532
SessoF
Età35/44 anni
Paese di residenzaStati Uniti
Da quanto tempoUno
Titolo di studioDottorato
ImpiegoLavoro
MotivoPer lavoro
Iscritto AIRESi
La storia
Sono arrivata negli Stati Uniti nel 1995 con una borsa di studio dell'Istituto Superiore della Sanita' per finire il mio dottorato in Medicina Sperimentale al National Institute of Health (NIH), a Bethesda, nel Maryland. La borsa di studio era di un massimo di due anni e la mia permanenza non si sarebbe dovuta estendere piu' a lungo di quel periodo. Due cose mi sono apparse subito lampanti dopo poche settimane di permanenza: primo, che la mia preparazione era molto inferiore a quella di uno studente americano con il mio stesso livello di studio ed esperienza, secondo, che NIH e' il paradiso della ricerca scientifica. Completamente innamorata del mio lavoro, ho dimenticato il mio proposito di tornare in patria e mi sono focalizzata esclusivamente sul mio lavoro. 4 anni dopo, ho conosciuto il ragazzo (non italiano) che e' poi diventato mio marito ed il padre dei miei figli. La mia vita ormai e' qui, il mio lavoro e la mia famiglia, e considerando come vanno le cose in Italia per la ricerca, non ci penso proprio a tornare! Ho trovato negli States un paese accogliente dove l'entusiasmo, le capacita' e il lavoro serio sono le uniche spinte necessarie per avere una carriera soddisfacente.


E tanti altri ....mi pento non poco di esser stata così "bugia nen" !

Madrina