domenica 25 dicembre 2011

Addio a un provinciale vero.


Pessimista
Scontroso
Rude
Antiitaliano
Schietto
Autentico
Anti convenzionale
Partigiano
Orgogliosamente senza compromessi
Detestabile
A me questo cuneese dal caratteraccio mancherà un sacco.
Rileggere IL PROVINCIALE è un dovere per ogni cuneese.
Jean

venerdì 23 dicembre 2011

AGENDA

AGENDA 2012:


1º gennaio - La Danimarca assume la presidenza di turno dell'Unione europea.

1° / 15 gennaio - Rally Dakar, si svolge in Argentina, Cile, Perù

18 gennaio – Roma Parco della Musica Concerto straordinario in occasione dei 70 anni di Maurizio Pollini

21 gennaio / 12 febbraio - Coppa d'Africa di calcio

25 gennaio -29 gennaio – 42° forum di Davos

31 gennaio - 433 Eros transita a 0,179 UA (26,7 milioni di chilometri) dalla Terra, circa 70 volte la distanza della Luna dal nostro pianeta, raggiungendo la magnitudine visuale di +8,5.



6 febbraio - Giubileo di diamante della regina Elisabetta, 60 anni di regno

19 febbraio - Grecia, elezioni legislative anticipate

26 febbraio - Usa, 84° cerimonia degli Oscar del cinema

Paul McCartney nuovo album in uscita

Tintoretto – Roma Mostra alle Scuderie del Quirinale

2 marzo - Iran, elezioni legislative

4 marzo - Russia, elezioni presidenziali

22 aprile - Primo turno delle elezioni presidenziali in Francia.

23 aprile - Yerevan è Capitale mondiale del libro per un anno

6 maggio - Secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia.

16 / 27 maggio - Cannes, 65° festival del cinema

15 / 22 maggio - Usa, Chicago summit G8

20 maggio - Eclissi solare anulare

20 / 21 - Usa, Chicago, summit Nato

7 giugno - Bruce Springsteen and the Street band Milano Stadio San Siro

8 giugno / 1 luglio - Polonia e Ucraina europei di calcio

6 giugno - Secondo ed ultimo transito solare, in questo secolo, del pianeta Venere.

8 giugno / 1º luglio: in Polonia e Ucraina si svolge il campionato europeo di calcio.

10 giugno - Primo turno delle elezioni legislative in Francia.

17 giugno - Secondo turno delle elezioni legislative in Francia.

18 / 19 giugno - Messico summit G20

20 / 22 giugno - Brasile, Rio de Janeiro, conferenza mondiale sullo sviluppo sostenibile

1º luglio - Cipro assume la presidenza di turno dell'Unione europea.

1° luglio - Messico, elezioni presidenziali

27 luglio / 12 agosto Si svolgono i trentesimi giochi olimpici. La città scelta per ospitare l'evento è per la terza volta Londra.

25 agosto il Duomo di Sansepolcro celebra i mille anni di fondazione e per l'avvenimento sarà disputato un Palio della Balestra Straordinario

27 / 30 agosto - Usa, a Tampa convention repubblicana che designerà candidato alla Casa Bianca

8 / 9 settembre - Russia, (Vladivostok): Summit annuale del Forum Asia Pacifico, Aoec

fine mese settembre - Afghanistan, previsto il ritiro di un terzo del contingente usa, circa 33.000 soldati

12 / 14 ottobre - Giappone, Tokyo: assemblea annuale di Fmi e banca mondiale

prima metà del mese di ottobre - annuncio dei premi Nobel

6 novembre - Elezione presidenziale negli Stati Uniti d'America.

13 novembre - Eclissi totale di Sole (visibile dall'Australia settentrionale e dal Pacifico meridionale)

30 novembre - Previsto switch-off definitivo delle trasmissioni TV analogiche a favore del digitale terrestre in Italia.

21 dicembre - Fine del 13º Baktun del Calendario maya.

Consigli di lettura...

Un consiglio di lettura in qs giorni di Natale...
a me è piaciuto un sacco lo stile di scrittura, bravo Prof due puntozero!

Jean

mercoledì 21 dicembre 2011

Scene da un compleanno


GRAZIE MILLE A TUTTI PER GLI AUGURI RICEVUTI!!!!!!!!!!!
JEAN

martedì 20 dicembre 2011

Più passionale se nasci in Piemonte

Chi lo ha detto che per essere passionali nel sesso e vivere in modo gioioso e positivo la relazione sessuale con il partner, si debba per forza avere sangue del Sud Italia nelle vene? Stando a una ricerca recente (“Gli italiani, i rapporti sessuali e la disfunzione erettile” condotta da AstraRicerche con il contributo di Lilly), i campioni di passionalità sotto le lenzuola sarebbero (a sorpresa) i piemontesi.

Positivi nel sesso
L’indagine ha individuato nei piemontesi “Positive sex people”, perché vivono in maniera gioiosa e positiva la sfera della sessualità. Tra le condizioni che rendono i rapporti sessuali più validi e soddisfacenti il 65% degli intervistati ha indicato “se i partner fanno l’amore con passione”, il 73% “se i partner fanno l’amore in modo spontaneo”, il 56% “se i partner fanno l’amore quando sorge il desiderio”.
L’immagine dei piemontesi che emerge dalla ricerca è quella di una coppia che vive in maniera sana ed equilibrata la vita sessuale ed è pronta ad affrontare in maniera paritaria i problemi che possono insorgere. L’81% alla domanda “Quali condizioni relative al sesso aiutano la felicità della coppia”, ha risposto infatti che “Fare l’amore è un modo per entrambi i coniugi o partner di ricevere e dare piacere”.
Inoltre, alla richiesta di indicare “quali condizioni rendono i rapporti sessuali più validi e soddisfacenti” il 70% ha risposto “se i partner rispettano le esigenze, i desideri dell’altro”.

Il sesso e la disfunzione erettile
E se il sesso dovesse subire qualche… inconveniente di percorso? Uomini e donne del Piemonte hanno le idee ben chiare anche nel caso in cui si dovesse presentare un disturbo come la disfunzione erettile. Circa la metà degli intervistati ha precisato che le cure specifiche per questo problema sono più valide se permettono di fare l’amore spontaneamente, quando sorge il desiderio. “Recenti studi”, ha spiegato Francesca Ragni, responsabile dell’ambulatorio delle disfunzioni sessuali maschili dell’Azienda Universitario-Ospedaliera San Luigi di Orbassano (To), “hanno rivelato che l’autostima sessuale degli uomini con disfunzione erettile cresce di più con il trattamento farmacologico giornaliero che slega l’assunzione della pillola dall’atto sessuale”.

Da starbene

M.

mercoledì 14 dicembre 2011

Dalla Granda con furore :-)

Da Repubblica :


Cuneo, a 85 anni tenta due rapine
"Non mi basta la pensione"

Colpi andati a vuoto in due diversi uffici postali. Arrestato dai carabinieri che però gli hanno offerto colazione e pranzo alla mensa. L'uomo si è giustificato: "Ho bisogno di soldi per mantenere mia moglie e i suoi parenti"


Un pensionato di 85 anni tenta senza successo di rapinare due uffici postali e, quando viene arrestato dai carabinieri, si giustifica con il disperato bisogno di soldi: la pensione - ha detto - non gli basta per mantenere anche la moglie, extracomunitaria, e i suoi parenti, con i quali divide un piccolo alloggio a Borgo San Dalmazzo, in provincia di Cuneo. I militari, una volta in caserma, gli hanno offerto la colazione e il pranzo alla mensa.

La vicenda si è svolta a Cuneo. Protagonista P.G., che si è presentato nell'ufficio postale di frazione Spinetta brandendo una pistola giocattolo e, di fronte ai clienti spaventati, ha ordinato all'impiegata, in modo assai concitato, di consegnargli il denaro che aveva in cassa, La donna però lo ha riconosciuto perchè - ha detto - in passato lo aveva già visto chiedere l'elemosina nei paraggi; ha preso tempo e ha chiamato con il telefonino le forze dell'ordine.

Il pensionato, dunque, ha desistito e, in bicicletta, ha raggiunto le Poste centrali. Anche qui ha ripetuto la scena, ma l'impiegata, forse poco convinta dall'età avanzata e dall'aspetto dimesso dell'aspirante rapinatore, ha temporeggiato. L'uomo si è convinto che non sarebbe riuscito ad avere il denaro e si è allontanato, ma i carabinieri, dopo aver raccolto le testimonianze, lo hanno individuato nel giro di pochi minuti: era nel centro commerciale di Borgo San Dalmazzo, non molto lontano da casa.
A quel punto, in caserma, lo hanno assistito per il resto della giornata.


M.

lunedì 12 dicembre 2011

venerdì 9 dicembre 2011

Russia?

Chi ci legge dalla Federazione Russa?
M.

martedì 6 dicembre 2011

lunedì 5 dicembre 2011

CHRISTMAS TIME

Meraviglia .......preparatevi saranno l'obiettivo di qs Natale, poi li mangiate però!
M.

Lacrime e sangue...

La Fornero piange descrivendo la manovra finanziaria. Era la versione per non udenti.
(spinoza.it)

giovedì 1 dicembre 2011

mercoledì 30 novembre 2011

Tristezza..

Oggi è un giorno triste...
E' l'ultimo giorno del GUSTO DEL MESE del gelato di Grom!
Come faremo senza la MERINGATA AI MARRON GLACES ?
http://www.grom.it/ita/gusto_mese.php

martedì 29 novembre 2011

Dedica ad un amico lettore del blog...

Da GEMMA

Un consiglio:


prenotate adesso, vi troveranno un tavolo per una domenica di febbraio.

La lunga attesa sarà lautamente compensata da un pranzo luculliano nel solco della tradizione piemontese.

Una normalità che diventa eccellenza.

Alla faccia di chi crede che per mangiar bene sia necessario pagare caro, Gemma è la risposta.

Otto portate a volontà, per dimenticare la parola DIETA ed i suoi derivati.


Jean

lunedì 28 novembre 2011

venerdì 25 novembre 2011

Ed il MONTENEGRO...?


F.

I primi della lista

C'è una sottile linea che separa la follia dal genio, così come piccolo è lo scarto tra l'impresa che poteva diventare epica, ed invece si è rivelata una "cazzata pazzesca". Il film racconta una storia VERA, e per questo già ci piace in partenza. Tra comicità e impegno politico, tra gag quasi fantozziane e verità storica, tre ragazzi pisani vicini  ai movimenti di sinistra nel giugno del '70 vengono a sapere che a brevissimo in Italia ci sarebbe stato un golpe militare. Ed allora decidono di scappare, per chiedere asilo politico all'Austria ("un Paese democratico" " democratico? In Austria è nato Hitler!").
La storia del nostro Paese ci racconta che il golpe non ci fu (ma a fine del '70 la storia stessa ci dice che ci andammo mooolto vicino), ed alla fine la fuga si rivelò il pretesto per una presa per i fondelli colossale.
Bravi gli attori, bellissimo il finale , dove compaiono i VERI protagonisti della "bravata". A vederli in volto, viene voglia di farsi raccontare la loro vita da quale1970 ad oggi.
Un film che vale davvero la pena di vedere.
Jean

giovedì 24 novembre 2011

INCREDIBBBBILE!!!

Buonanno: ''La Padania esiste. La prova è il Grana Padano''


"Perché il Grana Padano si chiama così e perché esiste il Gazzettino Padano? Se c'è questa terminologia significa che la Padania esiste". E' la posizione del deputato della Lega Nord e sindaco di Varallo, Gianluca Buonanno, intervistato nel corso della trasmissione La Zanzara su Radio 24
 
Da LaRepubblica del 24/11/2011
 
Quindi anche l'Inghilterra esiste, la prova: la zuppa inglese.
E la Russia? Certo: l'insalata russa
Bruxelles: i cavoletti.
L'Adriatico: Adria (o viceversa)
La Basilicata: il basilico.
La Sicilia: il cannolo siciliano
Napoli: la pizza napoletana.
Ascoli: le olive all'ascolana
Mira: Guglielmo Tell
Cuba: i sigari
Creta: i cretini.
Noto: i notai (gli antichi abitanti molto attenti)
Erba: i prati
La fidanzata di Roberto l'avvocato: la pasta alla Norma
L'On. Buonanno: come Creta.
 
Efrem

martedì 22 novembre 2011

Il Natale di Libera



Per il prossimo Natale, Libera, Associazioni Nomi e Numeri contro le mafie, propone le confezioni regalo Libera Terra dall'alto valore etico e sociale, contenenti delizie alimentari e vini di assoluta qualità ottenuti da terreni strappati alle mafie e recuperati attraverso un lungo e paziente lavoro di coltivazione biologica.
Eccellenze del gusto prodotte grazie al lavoro delle Cooperative sociali che operano in Sicilia, in Campania, in Calabria ed in Puglia, compongono le eleganti confezioni regalo disponibili in due differenti formati, insieme all'inedita selezione di tre vini da uve biologiche.
Inoltre, per le aziende vi è anche la possibilità di personalizzare le confezioni contattandoci tramite il form on line

Visto che poi qlche pensierino lo facciamo magari questi son meglio .........................
Da pochi gg c'è una nuova bottega anche ad Alba

Per vedere i pacchi cliccate sul titolo e buono shopping :-)

M.


IL RITORNO DI BRUCE

E' ufficialeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee !!!!!!!!!
Il BOSS tornerà in Europa la prossima estate, già annunciate 5 date in UK, a breve le date dei concerti italiani.
Evvaiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!
Jean

lunedì 21 novembre 2011

In Giustizia



In giustizia


"Questo è il libro che ho cullato per trent’anni, è la storia di un giudice che crede ancora nella giustizia. È il libro della mia vita da magistrato e di un po’ di storia d’Italia vissuta da dentro i tribunali, raccontata attraverso le vicende esemplari di chi ha sbagliato, di chi ha lottato, di chi si è difeso e di chi è stato condannato.

E di chi tutti costoro ha dovuto giudicare. Non è un libro sulla giustizia ma di giustizia, per capirla e cercare di salvarla raccontando come stanno le cose al di là delle isterie della politica e della cronaca.

La giustizia è un’aspirazione, una conquista quotidiana. Non si può mai darla per scontata. Bisogna lottare di continuo per realizzarla, specialmente in questo momento in cui troppi sembrano volerne fare a meno."

Giancarlo De Cataldo

Visto ed ascoltato ieri sera , molto interessante e ...pure 'n bel om!

M.

martedì 15 novembre 2011

CRISI



Efrem
Il Porro in Tavola... questo il menù per chi si aggrega alla SAGRA DEL PORRO questo fine settimana. Se interessati, fatevi vivi!! Jean
-------------------------------------------------------------------------------
MENU ALLA CARTA DELLE SERATE GASTRONOMICHE (EDIZIONE 2011)


affettati misti

porri nell’olio
porri gratinati
pastis ‘d Cesca
terrina di coniglio
lumache alla cerverese
salciccia in bagna di porri
raviole ‘d la fera
risotto ai porri
minestra di trippe e porri
cinghiale con bocconcini di polenta fritta
arrosto di vitello
merluzzo ai porri
torta di nocciole con zabajone
dolce - caffè - vini doc

venerdì 11 novembre 2011

INDIGNADOS

Cartellone fotografato a Madrid.

lunedì 7 novembre 2011

ZANARDI VINCE LA MARATONA DI NEW YORK

Alessandro non tradisce le attese della vigilia e vince in volata la gara di handbike della 42° ING New York City Marathon, con il nuovo primato della corsa di 1h13’58”. Frantumato così il precedente record di 1h17’48”, ottenuto nel 2007 dall’americano Alejandro Albor, proprio nell’edizione dell’esordio di Alex in questa specialità. Oltre al record della corsa, Zanardi diventa così il primo italiano a vincere la Maratona di New York in handbike.

Dettagli QUI:
http://www.barillagroup.com/corporate/it/home/teaser/blog/gare/111106-ZanardiaPostNewYork.html
Jean

lunedì 31 ottobre 2011

PADIGLIONE ITALIA. 54° ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE D'ARTE DELLA BIENNALE DI VENEZIA

Da Martedì 27 settembre 2011 a Domenica 27 novembre 2011


Saluzzo, La Castiglia, Piazza Castello

PADIGLIONE ITALIA. 54° ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE D'ARTE DELLA BIENNALE DI VENEZIA

Per il 150° dell'Unità d'Italia. A cura di Vittorio Sgarbi




Bellissima Mostra, vale assolutemente una gita a Saluzzo!
Jean

FRASE DEL GIORNO

"La storia nuova la scrivono i pionieri, non i reduci"
Matteo Renzi.

venerdì 28 ottobre 2011

Una bellissima storia sportiva

Francesco Canali è un giornalista corrispondente della Gazzetta di Parma e collaboratore della Gazzetta dello Sport.
Da appassionato amante del podismo, ha sempre sognato di correre la maratona di Venezia.
Anni fa è stato colpito dalla SLA, la terribile malattia che porta il corpo alla quasi immobilità.
Domenica scorsa ha realizzato il suo sogno grazie all'amico Alex Zanardi,  che per tutti i 42.195 metri ha affrontato con la sola forza delle braccia ponti, calli e canali trainando Francesco con la propria carrozzina.
L'impresa ha lo scopo di sensibilizzare la ricerca contro questa terribile malattia.
Alessandro (che proprio domenica festeggiava il suo 42esimo compleanno) e Francesco hanno così vinto la loro sfida e realizzato un grande sogno insieme, oltre ad averci ancora una volta dimostrato che non esistono sfide impossibili.
Un vero peccato che l'impresa non abbia ottenuto la ribalta che meritava.
Vi propongo le immagini (da lacrime) del taglio del traguardo.
IMPOSSIBILE NON COMMUOVERSI.



Buon venerdì!!
Jean

martedì 25 ottobre 2011

lunedì 24 ottobre 2011

Una Coppa del Mondo dal sapore speciale.

La nuova Zelanda è riuscita a vincere il mondiale di rugby in casa. Risultato affatto non scontato , visto che l'ultimo trionfo risaliva a 24 anni fa.
Imperdibile l'HAKA con cui gli All Blacks hanno intimorito gli avversari francesi nella finale, ma altrettanto degna di nota la risposta transalpina: gran classe.


Lasciatemi segnalare alla fine di questo mondiale una delle storie personali più intense e meravigliose: quella di Aaron Cruden.
Il ragazzo fino a pochi giorni fa era a casa: non convocato. L'infortunio di un compagno è stato il motivo per cui è stato immediatamente richiamato in nazionale. Ha debuttato con grande successo, dichiarando alla fine che la sua partita VERA l'ha vinta sconfiggendo un cancro ai testicoli.
Per me, un nuovo idolo, anche se durante la finale è stato costretto ad abbandonare il campo per infortunio.
La sua storia ha pubblicata il Corriere qualche giorno prima della partitissima:
il link per l'articolo lo trovate qui sotto.
Una felice storia sportiva in una giornata davvero triste, segnata dal lutto per la morte di Simoncelli.
http://www.corriere.it/sport/speciali/2011/rugby-coppa-del-mondo/notizie/1710-cruden-cancro_e9d48a82-f8c7-11e0-a70e-53be2c0ab142.shtml


Jean

venerdì 21 ottobre 2011

Ma allora esistono !

La settimana scorsa è stato assegnato il Premio Nobel per l'economia a Tom Sargent, della New York University, e a Chris Sims, di Princeton. Non entro nel merito delle teorie economiche che hanno sviluppato, ma mi ha colpito molto l'articolo pubblicato su LA STAMPA e scritto da Alberto Bisin il quale, nello spiegare chi sono i due vincitori, chiude con una considerazione finale davvero interessante.
Mi ha fatto piacere leggere che esistono ancora persone così... ed addirittura vincono dei premi Nobel!

"Mi si permettano, per concludere, alcune note personali e certo parziali su Tom Sargent, che è mio collega a NYU. Tom è un intellettuale vero, uno di quelli che potrebbero passare la vita a parlare con banchieri e politici, mentre invece passa il tempo al lavoro e con gli studenti (i suoi studenti si contano a centinaia). Vederlo ai seminari, o alle lezioni di un giovane professore, in ultima fila, col suo cappello da baseball, che prende appunti, incute timore (meglio: terrore) ma anche fiero rispetto per la sua eccezionale curiosità intellettuale. Sentirlo ai consigli di facoltà argomentare senza mai gettare la carta «Io sono Sargent», è grande lezione di umiltà. La mia generazione di economisti gli deve moltissimo."

per chi volesse leggere l'articolo intero:
http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=9307&ID_sezione=29
Jean

BATTUTA DEL GIORNO

Borghezio: "A Gheddafi va l'onore delle armi". Altrimenti cosa gliele abbiamo date a fare? [misterdonnie su spinoza.it]
Jean

mercoledì 19 ottobre 2011

Senza parole

"HO LANCIATO L'ESTINTORE PER SPEGNERE L'INCENDIO".
Fabrizio Filippi detto Er Pelliccia .

mercoledì 12 ottobre 2011

DERBY

SABATO 15 OTTOBRE 2011
SPORTITALIA
Diretta del Derby Primavera TORO - JUVE dalle ore 14 !!

martedì 11 ottobre 2011

FESTA DELLA BAGNA CAODA !!!

MITICA FAULE!!
Ma purtroppo il Ficca non c'era.
Noi intanto:
Per la serie LA DIETA E' SEMPRE LA DIETA,  con un po' di verdurina leggera leggera ci siamo tolti la fame...



video
L'anno prossimo invitiamo tutte le girls a preparare una torta per partecipare al concorso di Miss. DOLCE!
Oggi invece ELEZIONE nei rispettivi uffici di "MISS FIATELLA"!
J.

venerdì 7 ottobre 2011

Inaugurazione

Inaugurazione filiale SUPERFLASH INTESA SANPAOLO in via Garibaldi a Torino!!

video
Jean
Questa è geniale !
J.

giovedì 6 ottobre 2011

Stay Hungry, stay foolish

La marchesa

www.apple.com


Steve Jobs
1955-2011

Apple has lost a visionary and creative genius, and the world has lost an amazing human being.
Those of us who have been fortunate enough to know and work with Steve have lost a dear friend and an inspiring mentor. Steve leaves behind a company that only he could have built, and his spirit will forever be the foundation of Apple.

mercoledì 5 ottobre 2011

Addio Anna Lisa coraggioso "faro di vita" Mario Calabresi

Copio ed incollo il bell'articolo di oggi di Calabresi  in prima pagina su La Stampa

"Sono Anna, Anna-staccato-Lisa, quella del blog», mi fissa sorridendo e la sua faccia sembra avere la forma di un punto interrogativo. Si chiede se l’ho riconosciuta, lì in mezzo alla gente che è in fila per farsi fare una dedica sul libro. Io ci metto un po’ a risponderle perché ho un tuffo al cuore e per l’emozione mi si è bloccata la voce. Certo che ti riconosco, penso, ma cosa ci fai tu qui, a Pietrasanta, in un bellissimo pomeriggio di sole di inizio giugno. Nella mia testa dovrebbe essere in un letto di ospedale a Livorno, a combattere contro le recidive di un tumore che la tormenta da tre anni. E’ giovane, ha due occhi con dentro un lampo di vita così scintillante che non ricordo di averne visti di simili. La conosco solo per mail, anzi la conosco perché una signora che si firmava «Una vecchia sognatrice» una domenica di maggio mi ha scritto per segnalarmi quel blog dal titolo «Ho il cancro». Un titolo che spaventa, eppure la «vecchia sognatrice» mi sollecita a andare a leggerlo: «Questo blog è un’iniezione di coraggio quotidiana.




Anna Lisa è un faro di vita: ha dignità, energia, ironia. E smuove i cuori nell’intimo». Allora sono andato a cercarlo e ho trovato qualcosa che non mi aspettavo: l’ultima lettera della parola cancro era un fiocchetto rosa, il sottotitolo recitava «Il blog di una malata coccolata, viziata, amata, fortunata», e tutto intorno c’erano disegnate delle farfalle e delle api. Ricordo esattamente quella notte in cui mi sono messo a leggerlo, dopo aver finito di lavorare, quando il giornale si svuota, c’è finalmente silenzio e i telefoni smettono di squillare. Mi sono immerso nella sua sofferenza, nel suo stupore, ho avuto paura di leggere ma ho trovato la sua mano che mi tirava dentro per scoprire quanta vita c’è quando si sente la morte. Quanta energia e speranza ci possono essere quando si è capaci di amare e di riconoscere il bene. E di quanta leggerezza si può trovare anche se si è in mezzo alla più dura battaglia: «Ho vinto una risonanza magnetica alla mia testolina per domani mattina!!! Quante fortune che ho! E sapete che cosa c’è di ganzo? Che a ’sto giro mi ci porta l’ambulanza!!! Proverò l’ebbrezza della sirena in autostrada!!! Perché... l’accenderanno la sirena, vero? No, sennò scendo eh!». Sono state queste le prime parole che ho letto sul blog, poi ho cercato la sua storia, eccola: «Mi chiamo Anna staccato Lisa, ho 33 anni, sono nata e abito in Toscana. Nel 2008, all’età di 30 anni, avevo un lavoro che tutto sommato mi piaceva, un fidanzato fantastico conosciuto da soli sei mesi, tante amicizie meravigliose e un rapporto stupendo con la mia Mamy. Ero in ottima forma fisica, facevo regolarmente sport ed ero corteggiatissima, coltivavo i miei hobbies, ridevo, mi divertivo, viaggiavo, sognavo, raccontavo la mia vita sul blog, facevo progetti e stavo bene: era decisamente un periodo positivo, tranquillo, sereno. Poi, il 21 novembre 2008, mi hanno diagnosticato un tumore al seno. Per oltre un anno ho lottato contro quel cancro cattivo, aggressivo, "vivace" (come lo definì poi il mio chirurgo), contro la "bestiaccia" come la chiamo io. Ho fatto 11 cicli di chemio e due interventi. Ho combattuto tanto, è vero, ho sofferto, ma ho anche raccontato e condiviso tutto e proprio grazie alla mia mamma, al mio fidanzato, alle mie amicizie, ai miei affetti e al mio blog, posso dire di avere avuto un grande aiuto. Lo diceva anche Shakespeare: "Quando nel dolore si hanno compagni che lo condividono, l’animo può superare molte sofferenze".



«Nel marzo del 2010, all’età di 32 anni, quando avevo ricominciato a prendere in mano la mia vita, mi hanno diagnosticato una seconda "bestiaccia": metastasi ai polmoni e ai linfonodi del torace. Ho fatto altra chemio, ho fatto radioterapia e terapia ormonale. Ho dovuto fare trasfusioni di sangue, di piastrine. Ho preso e sto prendendo una marea di farmaci, ma nonostante tutto so che non potrò mai guarire. Non ci sono cure, non ci sono terapie per il mio cancro. Posso solo sperare di cronicizzare la malattia, di conviverci. E quindi continuo a lottare, continuo a condividere, continuo a raccontare la malattia sul mio blog e continuo a considerarmi una malata coccolata, viziata, amata e fortunata. E se la "bestiaccia" è così vivace... beh, io lo sono di più!».



Dopo quella notte abbiamo adottato il blog di Anna Lisa e lo abbiamo messo sul sito della Stampa e siamo rimasti colpiti da quante persone si sono messe a seguirlo, da quanti nuovi amici le hanno fatto sentirle calore e coraggio.



Anna Lisa mi aveva scritto e ora - un mese dopo - eccola qui, in carne e ossa, uscita dall’ospedale e da Internet per diventare una realtà vera. «Certo che ti riconosco - riesco a dirle - e sono felice e stupito di vederti qui». Mi allunga un barattolo di miele, fatto a casa sua, è il suo modo per ringraziarmi. La abbraccio e cominciamo a parlare, mentre racconta la scruto per capire cosa pensa davvero, se il suo ottimismo è una negazione della malattia o è davvero la convinzione che ogni attimo valga la pena di essere vissuto. La risposta me la regala senza giri di parole, è la stessa che trovo nel suo blog: «Passo momenti durissimi, dolori che mi sfiancano, ma sono contenta per la forza che mi è venuta nel mio animo, nella mia mente. Sto programmando un sacco di cose, ho un sacco di idee. E non importa se non tutte riuscirò a realizzarle, è bello anche solo immaginare, sperare, programmare».



Poi è arrivata l’estate e insieme la scoperta di metastasi ai linfonodi del torace, ai polmoni, al fegato. «Come volete che mi senta? Ogni parola sarebbe inutile e non mi va di star qui a piangermi addosso e lamentarmi. Continuerò a lottare, come ho sempre fatto, consapevole del fatto che forse non vedrò mai la laurea della Petra, non conoscerò mai la fidanzata di Jacopo e mi perderò il diploma di Sara. Ma so anche che quello che mi resta da vivere me lo godrò il più possibile. Nei momenti in cui starò bene penserò... a star bene, punto e basta».



Aveva ancora due sogni nel cassetto: il primo era di fare un libro in cui raccogliere i suoi post migliori, la storia del suo accanimento per la vita. La notizia che glielo avrebbe pubblicato la Mondadori l’ha ricevuta nel reparto Cure Palliative dell’ospedale di Livorno nel giorno in cui i medici le hanno detto che non c’erano più cure da fare. «Ho provato tutto il provabile - mi ha scritto - e non mi resta che... aspettare..., ma questa notizia del libro mi ha fatto felice nonostante tutto». Ha firmato il contratto a metà della scorsa settimana, in un momento in cui non era intontita dalla morfina.



Il secondo sogno era di sposarsi e il suo Andrea le ha fatto la sorpresa a Ferragosto. Il matrimonio, di cui esiste un bellissimo video su YouTube, si è svolto nella cappella dell’ospedale: lei aveva l’abito bianco con il velo, è arrivata su una sedia a rotelle piena di palloncini e c’erano 200 invitati e una magnifica torta in cui lei era Biancaneve e il suo sposo Superman. E’ stata una cerimonia naturale, senza forzature, senza pietismi, piena di felicità e di musica.



Anna Lisa non è più uscita dall’ospedale, il viaggio di nozze è stato un viaggio nel dolore, ad un certo punto ha chiesto agli amici di essere lasciata sola per qualche giorno, voleva fare i conti con l’idea della morte: «Ho avuto bisogno di stare da sola col mio dolore, fisico e psicologico. Ho avuto bisogno di silenzio».



Poi è tornata a casa un’ultima volta: «Mi hanno concesso una mezza giornata d’aria, come i carcerati. Un medico e un infermiere mi hanno accompagnato. Munita di ossigeno, morfina, sedia a rotelle ed entusiasmo, sono tornata a casa mia e Dio solo sa quanto è stato difficile per me poi venir via. Ho voglia delle mie cose. Ho voglia della mia gatta. Ho voglia del mio lettone, del mio bagno, del caos sulla mia scrivania».



Ieri notte Anna Lisa se n’è andata, abbiamo ricevuto migliaia di messaggi, di tutti quelli a cui ha regalato il privilegio di rendersi conto di quanto sia inutile piangersi addosso, sprecare le proprie giornate e di quanta felicità possa esserci perfino nel disordine di una scrivania."
 
Madrina

UN GENIO!

"Matteo Renzi è un sindaco straordinario e come sapete sarà il prossimo presidente del Consiglio, anche perché sappiamo che l'attuale presidente sta alla fine, ha le orge contate"

Roberto Benigni, 04/10/2011 Palazzo Vecchio, Firenze


Efrem

martedì 4 ottobre 2011

Barza....

Vecchia ma sempre attuale.

Berlusconi in groppa al suo cavallo PierFuria sta aspettando il verde per attraversare la strada, quando una bambina su una bicicletta nuova di zecca si ferma accanto a lui. "Bella bici - dice il premier - te l'ha portata Babbo Natale?" 
"Certo che me l'ha regalata lui' risponde la bimba. 
Dopo aver scrutato la bicicletta, il presidente del consiglio consegna nelle mani della piccina una multa da 5 ...euro.. "La prossima volta -le dice- dì a Babbo Natale di mettere sulla bicicletta una luce posteriore". 
La bambina, per nulla intimorita, lo guarda e gli dice: "Bel cavallo, signore. Gliel'ha portato Babbo Natale?" 
''Certo che me lo ha portato lui' risponde Silvio con aria stupita e divertita. 
"Allora -continua la bambina- la prossima volta dica a Babbo Natale che i coglioni vanno sotto il cavallo, non sopra".




F. 

MEGLIO CHE A SPIAGGIA!

E da lì il mare è vicino...
(Monte Bertrand, 02-10-2011 - www.caisavigliano.it)

giovedì 29 settembre 2011

Lettera

Ieri su SPECCHIO DEI TEMPI de LA STAMPA era pubblicata qs lettera, in risposta ad un'altra scritta qualche tempo fa da un lettore esasperato dal trombettista di via Garibaldi a Torino.
Anni fa il citato trombettista stazionava sotto il mio ufficio, ed anche io condividevo le lamentele: repertorio limitatissimo, qualità musicale infima, diffidenza, e pregiudizi vari.
La risposta pubblicata ieri mi ha fatto riflettere, e la condivido.
Jean.

«Ho letto con simpatia le lamentele di un lettore che, abitando o lavorando in via Garibaldi, trovava “un po’ monotono” il repertorio del trombettista che da qualche mese si è posizionato in via Garibaldi e ci allieta con il suo strumento. Io collaboro con il Centro Studi Sereno Regis di via Garibaldi 13, ci occupiamo di pace, ambiente e di educazione alla nonviolenza. Vorrei suggerire al lettore esasperato di fare come ho fatto io: sono andato a conoscere quel signore, che si chiama Cesare. Effettivamente il suo repertorio è un po’ limitato. Lui stesso ne è consapevole, tanto che mi ha chiesto se potevo procurargli degli spartiti. Ho cercato sul web, ho telefonato a un mio amico musicista: Cesare da qualche giorno sta studiando nuovi spartiti. Dimenticavo: è un appassionato di Louis Armstrong: se qualcuno vuole contribuire a estendere il suo repertorio non ha che da scendere in strada e andare a fare la sua conoscenza!».

lunedì 26 settembre 2011

MONVISO 26 settembre


"Un proverbio russo recita: - se vuoi conoscere il tuo amico, portalo in montagna-, perchè si può mentire in città, ma non a tu per tu con il vuoto.
Una persona ha bisogno di confrontarsi con l'immenso per conoscere se stessa e gli altri."

Erri DE LUCA

Foto scattate dall'amico Julio, che  ha sorvolato in data odierna il RE DI PIETRA.
Jean

"

POVERA ITALIA!

Gelmini, che gioia per i neutrini
"Quel tunnel tra Svizzera e Abruzzo"

Il ministro dell'Istruzione Università e ricerca si lancia in un comunicato entusiastico per la scoperta sui neutrini. E scivola paurosamente in un tunnel lungo dalla Svizzera all'Italia. "Per realizzarlo l'Italia ha partecipato con ben 45 milioni di euro".

 

venerdì 23 settembre 2011

MANGIATOOO

Pranzato con :
- fritto misto alla piemontese, assaggi vari.
- stuzzichino (na mappazza) di polenta e formaggio
- cannolo siciliano (splendidamente splendido)
- acqua
PREZZO COMPLESSIVO EURO 10.

Se passate da TOrino, dirigetevi in piazza Vittorio, qs iniziativa è davvero una meraviglia!
Buon uicchend!
JEAN

DESIGN

In occasione della Festa del Pane, ed in concomitanza con la Giornata Europea del Patrimonio, domenica 25 settembre, il Museo Civico di Savigliano ospiterà la performance del designer Diego Maria Gugliermetto che si terrà dalle 15.30 alle 18.30. Inoltre, nella mattinata dalle 10.30 alle 12.30, l'artista terrà un incontro per chiunque volesse approfondire i temi del design, del suo lavoro come artista di un materiale industriale e della sua esperienza. Particolarmente gradito l’incontro con i giovani. Durante tutta la giornata l'ingresso sarà gratuito e saranno esposte alcune delle sue opere più "golose".


J.

giovedì 22 settembre 2011

SI SCIOLGONO I REM

"Ai nostri fan e ai nostri amici. Come amici di una vita e co-cospiratori - scrive Michael Stipe sul sito ufficiale, abbiamo deciso di smettere di essere una band. Ce ne andiamo con grande senso di gratitudine, di compiutezza, e di stupore per tutto ciò che abbiamo realizzato. A chiunque sia mai stato toccato dalla nostra musica va il nostro più profondo ringraziamento per averci ascoltato"


Quando la giornata inizia con una brutta notizia...
Jean

lunedì 19 settembre 2011

SE TU SEI PECORA...

Terry De Nicolò, prostituta a servizio del Premier, ci racconta come funziona il mondo in cui viviamo.
Credo dovrebbero proiettare qs intervista nelle scuole: è più educativa di cosa sembra.
Memorabili i passaggi:
" Se tu sei racchia te ne devi stare a casa, perchè la bellezza è un valore che non tutti hanno e va pagato, come la bravura di un medico."
"Se tu sei pecora, te ne rimani a casa con 2 mila euro al mese, se vuoi 20 mila euro al mese ti devi mettere sul campo e ti devi vendere tua madre".

J.

venerdì 16 settembre 2011

ERRI DE LUCA

Sorry, mancava una info: ERRI DE LUCA sarà al circolo dei lettori di Torino il 26 settembre!!!!!

FESTA A SORPRESA

Lo scorso w.e. abbiamo festeggiato in modo quantomeno "sorprendente" il nostro Giangino...
e grazie ad un perfetto staff organizzativo coordinato dal nostro BOB.... è stata una bella FESTAAA!





Una serata tra domande inquietanti...

Soubrette...


e tante coccole !!!!!!!!


Jean