lunedì 29 ottobre 2007

Consigli.


Suggerisco agli amici juventini, in qs giorni cosi' imbufaliti,di stemperare i bollenti spiriti con un giro nel seguente sito .
Vi potranno trovare un utilissimo elenco di ricette a base di pesce;magari sta a vedere che una iniezione di fosforo aiutera' loro a ricordare cosa accadde il 21 ottobre 2006.
Si giocava la partita tra Triestina e Juventus, l'arbitro era proprio il vituperato BERGONZI, il quale annullo' un regolarissimo goal di KYRIAZIS. L'incontro fini' con la vittoria della Signora per uno a zero.
Insomma.. a Napoli la Juve ha subito un torto,ma per una volta hanno rubato a casa dei ladri.
J.

Invito a To con Sushi

Boys and Girls
Dalla regia torinese Michela mi comunica che l'aperitivo con Sushi subirà una variazione , si farà Mercoledi sera anziche Venerdi !

Tutti avvisati e non mancate !!!

Madrina

venerdì 26 ottobre 2007

SE FOSSE...


Se fosse un'opera di un artista sarebbe semplicemente magnifica.
Estraggo dal deprecabile manifesto di Azione Futurista 07 una splendida frase che mi e' piaciuta :
"stiamo arrivando con il vermiglio per colorare il vostro grigiore".
Buon fine settimana, con qs foto che personalmente trovo magnifica.
J.

lunedì 22 ottobre 2007

Da Torino: Invito al Sushi

Ciao a tutti!
Nell'attesa che i paparazzi trovino delle foto della mitica "Colazione Intercontinentale" di Ieri, che comprendeva visita guidata al Palazzo Monasterolo,
vi lancio un'idea!
Che ne dite venerdì 2 novembre, aperitivo in casa Olivero in via San Donato e poi cena Sushi all'Oaschi di C.so Regina.
Per adesioni non occorre fare un bonifico ma mandare una mail direttamente a michela.olivero@adecco.com.
Buonaserata o Buongiorno a tutti!
Michelonza!

venerdì 19 ottobre 2007

Elementare, WATSON !

Avrete certamante letto le polemiche scaturite dopo le dichiarazioni di James Watson in data 17 ottobre.
Il Premio NOBEL per la medicina del 1962, ha esplicitamente dichiarato che l'intelligenza dei neri e' inferiore a quella dei bianchi."
Cito testuale:
Watson si dice pessimista «Per le prospettive del continente africano, dal momento che tutte le nostre politiche sociali si basano sul fatto che la loro intelligenza sia pari alla nostra, mentre tutti i test lo smentiscono».
Tesi discutibile (e VERGOGNOSA..mi pare di averla gia' sentita da un imbianchino tedesco con i baffetti),ma almeno e' una teoria.

Splendido il comunicato con cui ieri lo scienziato ha chiesto SCUSA.
«Non riesco a capire come possa aver detto ciò che mi è stato attribuito»

Direi che la vicenda delinea in modo inequivocabile l'elevato grado di intelligenza raggiunta dalla razza umana di pelle bianca.
E gli hanno pure dato il NOBEL!!!!!!!!!!!!!!
Il primo che dice che i calciatori sono stupidi,lo prendo a mazzate.
J.

giovedì 18 ottobre 2007

Vi avanza un euro ....??

....datelo a Daniele Alberti .
Chi è costui ? direte voi ...

Daniele Alberti ideatore del sito Myminutes.org , uno dei più significativi esempi del web 2.0 ‘made in Italy'.
Riminese, 29 anni appena compiuti, vive e lavora a Torino, dove ha conseguito la laurea in Design industriale e ha in seguito fondato l'Associazione Altrementi, la cui mission è promuovere giovani designers, innovatori e creativi attraverso l'omonima rivista (pubblicata on-line e stampata) e l'organizzazione di iniziative mirate. Fino a gennaio del 2006 è stato direttore marketing di Bakeca.it, il primo sito in Italia di annunci gratuiti, mentre attualmente si occupa di realizzare prodotti informatici innovativi, tra cui l'ultimo in ordine di tempo è appunto Myminutes.org.

Si , bravo direte voi ....ma cosè Myminutes?

Si tratta di un ‘calendario emozionale collettivo', in cui ognuno può comprare uno o più minuti legati a momenti felici e indimenticabili della propria vita. Sono disponibili in tutto 525.600 minuti, l'equivalente di un anno solare assoluto, alla simbolica cifra di 1 euro l'uno. Una volta acquistato, il minuto può essere personalizzato con immagini, video e quant'altro; lo si può regalare, condividere e commentare, secondo la filosofia tipica del web 2.0 .


Una nostra amica voleva far la banca del tempo ....qs si fa una banca coi minuti ...


In ogni caso se vi avanza un euro ...


Madrina

METTIAMOLA FUORILEGGE



Siccome siamo entrati in tema ambientale,scrivo riguardo ad un argomento che credo sia utile a tutti.
Avete mai pensato al fatto che l'Italia e' l'unico Paese in Europa dove si beve pochissima acqua del rubinetto? Forse perche' e' meno buona? FALSO!
Perche' siamo "indotti" all'acquisto dalla dilagante pubblicita',con un costo "ambientale" immenso.
Cosi',grazie al mitico giornale ALTRECONOMIA,vengo a conoscenza di una interessante campagna per sensibilizzare i cittadini su qs tema.
In effetti il dilagante consumo di acqua in bottiglia comporta lautissimi guadagni per le aziende che la imbottigliano( e grazie alla mancanza di leggi specifiche,l'acqua di sorgente e' proprieta' del demanio (CIOE'DI TUTTI),ma per prelevalra le aziende pagano canoni irrisori),ma intasa le discariche di plastica.
Oppure avete mai pensato a quanti TIR viaggiano su e giu' per l'Italia,carichi di acqua?
Basterebbe,all'atto dell'acquisto, privilegiare le fonti geograficamente piu' vicine,no?
Una bottiglia di acqua LILIA acquistata a TOrino,ad esempio,ha gia' percorso 978 Km prima di arrivare in tavola.
La Ferrarelle,invece, "solo" 838.
Davanti a questi dati il Governo al momento non batte ciglio,mentre ad esempio il SINDACO di NEW YORK sta portando avanti la stessa campagna gia' da diversi mesi.
Un consiglio: vale la pena visitare il sito della campagna "IMBROCCHIAMOLA".
Almeno scopriamo un po' di verita' , cosi' non ce la daranno a bere troppo facilmente!
J.

mercoledì 17 ottobre 2007

AMBIENTE
Il sole, il legno, il mais, i rifiuti bastano per alimentare
il riscaldamento e le auto di tutto il villaggio
Viaggio nell'utopia di Güssing
il paese a emissioni zero
L'ideatore: "Un sistema perfetto, è per questo che le grandi lobby non lo vogliono"

dal nostro inviato CINZIA SASSO


I pannelli solari termici riscaldano l'acqua per la doccia, mentre quelli fotovoltaici generano energia elettrica
GÜSSING - La città dell'utopia è arrampicata sulle colline del Burgerland, nell'Austria più profonda, ai confini con l'Ungheria, tra campi di mais e foreste di pini. Si chiama Güssing, ha quattromila abitanti e un profeta: Rheinard Koch, 46 anni, un ingegnere alto due metri e quattro che giocava a basket nella nazionale austriaca e che ha realizzato il sogno di trasformare il paese dove è nato in un'isola pulita che produce da sé, con quello che la natura gli mette a disposizione, tutta l'energia di cui ha bisogno. Il sole, il legno, il mais, i grassi vegetali, i rifiuti, a Güssing si trasformano in riscaldamento, elettricità, gas, carburante per le auto. Dice Koch: "Certo che è un sistema perfetto, ed è per questo che le grandi lobby non lo vogliono. Parliamo di molti soldi, e molti soldi vuol dire molto potere. Se ogni comunità facesse come noi, quel potere verrebbe meno".

L'uso dell'energia alternativa ha permesso alla città di ridurre del 90% le emissioni di biossido di carbonio e di guadagnare ogni anno, dalla vendita alla rete nazionale del surplus energetico, 500 mila euro che vengono reinvestiti in nuovi progetti. Dal '95 ad oggi, le emissioni sono state ridotte del 93% mentre la città svedese che ha vinto il premio per la Sustainable Community, Vaxjo, ha tagliato i veleni nell'aria del 25% negli ultimi dieci anni. E Al Gore ha auspicato una riduzione del 90% entro il 2050.

In Europastrasse, là dove ha la sua sede il Centro Europeo di Energia Rinnovabile, hanno dovuto costruire anche un albergo, il Com Inn, per le comitive che arrivano da tutto il mondo: dall'Ocse di Vienna, con i cinquanta diplomatici guidati dal direttore degli affari economici Bernard Snoy, agli scienziati giapponesi; dai ricercatori del Canada alle comitive di contadini scozzesi, quasi 5.000 visitatori solo l'anno scorso. "Questa città - dicono - ha saputo coniugare la crescita economica con la sostenibilità ambientale". Aggiunge Peter Vadasz, un ex professore che ora è sindaco: "Non avremmo mai sognato di raggiungere simili risultati: la montagna di denaro che prima lasciava la città, adesso rimane qui".

È una storia che comincia nel 1989, quando Güssing era solo la capitale di una delle regioni più povere del paese. Non c'era altro che lavorare nei campi e il 70% della popolazione era costretta ad emigrare. Anche Koch aveva dovuto andare a Vienna, finché Herr Krammer, il sindaco di allora, pensò di offrirgli un posto come tecnico comunale. Racconta Koch: "Ci siamo chiesti che cosa si poteva fare per creare lavoro e ricchezza. E per prima cosa abbiamo realizzato che qui c'erano molti soldi: tutti quelli che la gente doveva spendere per procurarsi energia. Erano 36 milioni l'anno per la regione, 6 per Güssing. E così abbiamo pensato di creare da noi l'energia, sfruttando le nostre risorse".

Quei soldi sono rimasti nella zona e hanno creato lavoro. Negli ultimi dieci anni sono nate 60 aziende per 1.200 posti di lavoro. "Abbiamo scalato la classifica della povertà e siamo diventati i primi produttori al mondo di gas naturale". Ora Güssing è completamente autosufficiente. Negli otto diversi impianti produce 22 megawattora di energia l'anno, compresi 8 megawatt di surplus che vende. Contro la sagoma del vecchio castello della nobiltà ungherese che è il simbolo del paese, si stagliano adesso montagne di segatura e cattedrali di tubi. Verena, i capelli dritti in testa per il gel, lavora in un altro dei nuovi alberghi: "Sì, adesso vengono un sacco di persone, pare che tutti siano curiosi di sapere come abbiamo fatto". E Ullriche, che va a far la spesa con il cesto di vimini: "Questa era una città morta, adesso cercano sempre nuovo personale".

Il paese dell'eco-energia è cambiato: ci sono le case pastello con i tetti spioventi e i nidi di cicogna, ma anche le palazzine con le parabole sui balconi. Il Rathaus, il municipio, ha la scritta gotica e la facciata di pietra tirata a lucido e per le strade viaggiano i Renault Traffic della Biomasse Fernheizwerk Güssing. "La cosa più difficile - spiega Koch - è stata quella di convincere la gente che la nostra energia era buona come quella delle multinazionali". Ma la gente si è convinta e l'energia costa dal 30 al 40% in meno che nel resto del Paese. Al festival del teatro, quest'estate, hanno messo in cartellone il Don Chisciotte. Proprio come Koch, l'ingegnere che è diventato ricco facendo prima diventare ricco il suo paese. "Dice che sono un visionario? Sì, forse. Ma le mie visioni sono diventate realtà".


(Repubblica, 17 ottobre 2007)

NUCLEARE??

Qs anno ricorre il 20esimo anniversario della vittoria dei SI al referendum per bandire il Nucleare in Italia.
Per festeggiare l'evento,( che al secondo quesito proibiva all'Ente Nazionale Energia Elettrica di partecipare ad accordi commerciali internazionali che investissero nel Nucleare), l'ormai privatizzata ENEL ha deciso di investire 1.8 MILIARDI DI EURO per la costruzione di centrali in Slovacchia (praticamente dietro casa) e 7 mld di Euro in Bulgaria.
Praticamente il doppio di quanto ha affermato di voler investire sulle energie rinnovabili.
Se ritieni opportuno fare presente il tuo disappunto,
clikka su www.staccalaspina.org
J.

martedì 16 ottobre 2007

Dui bucun


Propongo una nuova rubrica sui ristoranti da provare e successiva recensione post prova ,per tutte le volte che ci chiediamo ma dove andiamo a cena ,ma dove possiamo andare a mangiare....etc etc
Per star in tema con la rubrica di Jean la chiamerò "Dui bucun"
Inizio con una news

Il Relais Cuba Chocolat

Raffinate prelibatezze fanno parte del ricco menù proposto da un innovativo locale, unico nel suo genere, aperto nel centro di Cuneo, il Cuba Relais du Chocolat.

Un locale moderno

che non rinuncia alle radici

e al legame forte con il territorio.

Se gustare dei ravioli al dentice saltati nel burro di cacao, dei tagliarin al cacao con ragù di coniglio e vaniglia o un filetto di fassone in salsa di barolo e caviale di cioccolato vi sembra una cosa impossibile, ma l’idea di provare dei piatti sani, genuini e che al contempo appaghino il vostro palato è sempre stato un vostro desiderio, ora la fantasia è diventata una piacevole realtà!


Queste e altre prelibatezze fanno infatti parte del ricco menù proposto da un innovativo locale, unico nel suo genere, aperto nel centro di Cuneo, il Cuba Relais du Chocolat.

Per informazioni:
Cuba Relais
P.zza Europa 14
12100 Cuneo
Tel 0171-693968
www.relaisduchocolat.com

Madrina

Venghino siori e siore , Venghino...


...a scrivere qlcosa .

Non dico un poema stile Iliade , non dico una poesiola alla Montale , non dico un articolo alla Gramellini ma qlcosa da comunicare al mondo l'avrete ....!!!

Qui se il buon Jean si distrae un attimo il blog langue ...

Tanti che leggono e nessuno che si degna di lasciare una traccia ??

Su, non fate i timidi !!!

Madrina

giovedì 11 ottobre 2007

Miss Bagna Caoda


Ricordo a tutte le amiche lettrici che e' sufficiente contattare la UNION MODEL di Torino per partecipare all'elezione dell'ambitissimo premio di MISS BAGNA CAODA, che si terra' domenica 14 ottobre durante la 11a FESTA DELLA BAGNA CAODA di FAULE.
Pare che le aspiranti fanciulle siano chiamate a sfilare vestite di soli grappoli di aglio e tanga di acciuga.
Richiesta buona padronanza della lingua piemontese e soprattutto ottime doti di "fiatella".

J.

mercoledì 10 ottobre 2007

"Sofà So Good"

Raramente dò consigli sulla TV ma qs mi sembra carino ...
soprattutto mi sembra un buon modo di viaggiare Low Cost ..!!

Debutta mercoledì 10 ottobre alle 21.30 "Sofà So Good"
Otto puntate per raccontare i viaggi di chi pratica Couch Surfing

Primo appuntamento: Bali, il Giappone e le Maldive. Protagonista, un couch surfer italiano che fa il surfista a Bali. Un viaggio fra locali di karaoke e giardini del té, alberghi-capsula e treni ad alta velocità, templi induisti e sexy shop giapponesi. Stili, usanze e curiosità. Oggetti, abitudini e situazioni. Declinati nelle diverse rubriche del programma: come Questo lui ce l'ha e tu no, per curiosare fra gli ogetti dell'ospite, Pietanze e batteri sui cibi dei diversi Paesi, Quanto è figo essere..., sull'attività del couch surfer protagonista della puntata. Naturalmente non manca la musica, titolo della rubrica: Senti che sound!.

Da Repubblica.it

Madrina

martedì 9 ottobre 2007

Anniversario



Il nove ottobre del 1967 moriva Ernesto Che Guevara,colpito in un agguato militare in Bolivia.
A 40 anni dal suo decesso, il personaggio appare ancora suscitare sentimenti forti e contrastanti: odiato o venerato,incubo ricorrente o mito incancellabile.
Rivoluzionario,scrittore,bancario,soldato,comandante,politico,poeta,medico,etc etc, "tra l'abbigliamento da letto e quello da viaggio,la differenza la facevano le scarpe"( da LATINOAMERICANA).
A me piace pensare che si stia inkazzando nel vedere la sua immagine sulle magliette ai concerti dove si paga 70 euro per entrare.

Tra le mille sue frasi celebri, a me piace questa:
"La vera rivoluzione dobbiamo cominciare a farla dentro di noi".
J.

lunedì 8 ottobre 2007

Due Marroni


Propongo di avviare la Rubrica: "DUE MARRONI".
Malgrado il nome possa evocare le delizie di stagione, i marron glaces, potremmo in essa segnalare eventi,spettacoli o film assolutamente sconsigliati.
Inizio indicando due film che a mio giudizio entrano a pieno titolo nella sopracitata categoria.
1) IO NON SONO QUI , di Todd Haynes.
Ispirato dalla vita e dalle liriche di Bob Dylan. Apprezzato solo da chi ha cultura in merito,altrimenti meglio passare.
"DYLANIANTE"
2)MICHAEL CLAYTON, di Tony Gilroy
Si riesce poco a farsi coinvolgere dalle intricate vicende dell'avvocato Clooney.
Pero' grazie alla colonna sonora inesistente ideale per un riposino in poltrona
"TRASCURABILE"

J.

Regole

Efficace la nuova norma introdotta nel regolamento del Campionato di Calcio.
Essa recita:" Se un giocatore indossa la maglia numero 17 di una squadra con casacca bianco/nera, egli e' dispensato da ogni norma applicatica del fuorigioco. Il sopraindicato potra' pertanto muoversi liberamente per il campo,a seconda delle personali inclinazioni atte a favorire il bel giuoco nonche' la goliardia ed esultanza del suo pubblico, che rappresenta cospicua fetta del mercato dei tifosi."
J.

venerdì 5 ottobre 2007

Dida..


Senza PAROLE
j.

Good news del venerdi

Fino al 8 ottobre airBaltic vede una tonnellata di voli da/per Riga e Vilnius a prezzi di realizzo.
Il periodo di volo va da novembre al 16 dicembre.

Ho messo un weekend a caso e il volo Milano-Riga (ven-dom) viene via a 75 eurini
Mica male !!

Se vi interessasse qs è il sito : https://tickets.airbaltic.com

Buon weekend
Madrina

giovedì 4 ottobre 2007

Serata Benefica

Partita del cuore
giovedì 04 ottobre 2007
L'11 ottobre 2007 alle ore 20,30 al "Nebiolo" del Parco Ruffini (Torino): "Le Glorie Granata" Vs "Gli attori di Centovetrine e Vivere".

La madrina sarà Maria Teresa Ruta con ospiti di eccezione quali gli Statuto, Renato Liprandi (“direttore De Marinis” di Camera Cafè), Gianpiero Perone (il “Bill Gates”di Colorado Cafè), ed il Torino Calcio Femminile di Serie A.

Si vivranno momenti di allegria ed emozioni con, alla fine del primo tempo, musiche e danze africane del Gruppo Ngalam e musiche di tango argentino del Pablo del Trio Nuevo Encuentro, nonchè improvvisazioni comiche degli Improledì, e molti altri ospiti a sorpresa.

Aspettiamo anche TE come protagonista della Solidarietà

L’evento è stato realizzato senza costi e tutte le offerte saranno devolute ai progetti umanitari.



Ass. ONLUS:

S.O.S Salute & Sviluppo-Via Capoluogo,18–BUTTIGLIERA ALTA (TO)–Tel: 0119342705

www.sos-salutesviluppo.org

DONA CON AMORE Cso Regina Margherita, 86 Volpiano (TO) Tel: 0119953173

www.donaconamore.it

Associazione SOLLIEVO - Via dei Paschi, 15 -Leinì (TO)Tel: 011/9974454
www.associazionesollievo.it

lunedì 1 ottobre 2007

TROIA



Oggi ci sentiamo cosi'.
Come i troiani all'indomani della conquista della loro citta'.
Ad Achille abbiamo SEMPRE preferito Ettore, nel far west stiamo dalla parte degli indiani,il nostro eroe e' don Chisciotte.
E proprio come il Toro, anche Troia cadde ,
per un INGANNO.
J.

ALE' JUVE

Ieri sera la Vecchia Signora si è aggiudicata il primo derby della Mole, dopo tanti anni di attesa.
Una Partita noiosissima, allietata da prelibati bocconcini (non dei giocatori, ma del Catering Borga!!!!!), che si è trascinata fino agli ultimi minuti dove un baldo giovane granata ha confezionato un assist perfetto per Trezeguet che non ci ha pensato due volte ad "infilzare" il portiere, mentre un folto pubblico mangiante infilzava polpettine e muffins salati.
Che dire...........se non fosse stato per l'ottimo cibo, molti di noi sarebbero stati a bocca asciutta!!!!!!!!!!
Saluti a tutti e come sempre .............FORZA JUVE!!!!!!

Il President